La Sicilia, una terra meravigliosa!

Sono ormai 5 anni che trascorro le mie ferie estive in provincia di Trapani, per l’esattezza a Nuova Gibellina; un paese immerso nel verde delle campagne, per lo più coltivate a vigneti. I filari si estendono a perdita d’occhio sulle colline circostanti e, spesso e volentieri, una lieve brezza fa patire un po’ meno le temperature elevate che caratterizzano questa zona del nostro meraviglioso paese.

Nonostante sia nell’entroterra Gibellina è un posto strategico in quanto le tre coste (nord sud ed ovest) sono praticamente equidistanti e, in al massimo un’oretta si possono raggiungere posti meravigliosi che tolgono il fiato. Fra i posti più belli si possono nominare la “scala dei Turchi”, San Vito lo Capo, le saline di Trapani e Marsala, la riserva dello Zingaro ed Erice. Ovunque si vada, comunque, si viene rapiti dalla bellezza del mare, sempre cristallino, e dall’accoglienza delle persone che ho sempre trovato molto disponibili e pronte nell’aiutare o dare indicazioni di qualsiasi tipo.

Passiamo alla parte più “golosa” di questa terra incantevole: il cibo. La cucina siciliana è ricca di specialità che, nonostante non siano proprio leggerissime e di facile digestione, sono uno dei motivi per i quali amo trascorrere il mio tempo in Sicilia. Oltre alle classiche arancine ed ai cannoli, sono da tenere in considerazione le cassatelle (dolce ripieno alla ricotta da mangiare rigorosamente caldo), le granite (che non hanno nulla a che vedere con quelle brodaglie ghiacciate che girano nei miscelatori di alcuni bar in giro per l’Italia), gli anellini al forno, la pasta al tenerume e, in ogni sua forma, il pesce! Qui apro una piccola parentesi in quanto, chi mi conosce, sa perfettamente che io odio con tutto me stesso il pesce!!! Ma, quando ho la possibilità di mangiare del pesce in qualche ristorantino sul mare, oppure comprato al mercato del pesce di Mazara del Vallo (direttamente dal produttore al consumatore come si suol dire 😀 ), lo mangio, anzi, lo divoro.

Veniamo, però, all’oggetto del post, il mare. Ho visitato diversi posti in Italia, sia sulla costa adriatica che sulla costa tirrenica e mai ho trovato degli scorci eguagliabili alla Sicilia; il solo posto dove sia stato che può essere paragonato al mare che si può trovare in Sicilia è l’altra nostra grande isola: la Sardegna; nonostante ciò i paesaggi non si avvicinano minimamente ad alcuni degli scorci che ho potuto ammirare, la Sardegna, tolto il mare, non ha poi granché da offrire a livello paesaggistico o culturale, visto un nuraghe ed un artigiano che lavora il sughero, il tour è terminato. La sicilia, invece, offre spettacoli inimmaginabili. I templi di Selinunte affacciano direttamente sul mare, a Trapani si può osservare lo spettacolo del tramonto sulle saline, Catania è definita la Milano del sud, ma io preferisco definirla un gioiello perchè mi pare più un insulto in quanto dal punto di vista storico ed architettonico sotterra Milano 100 volte!

 

Ma adesso basta parlare, vi lascio con un po’ di scatti che spero riescano ad esprimere ciò che intendo. Vi prego di scusarmi per la qualità di alcune foto che, in alcuni casi, ho dovuto fare con il telefono o sono di anni passati quando ancora possedevo una compatta non di altissima qualità.

Buona visione!

Lourance

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *